Corte di Cassazione

Corte di Cassazione (33594/2021) – Esenzione dell'imprenditore agricolo dal fallimento: presupposto e onere della prova. Domanda di concordato preventivo “con riserva”: considerazioni in tema di necessario deposito delle scritture contabili.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 11 novembre 2021, n. 33594 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Marco Vannucci.

Imprenditore agricolo – Esenzione da fallimento – Presupposto necessario – Onere della prova - Fondamento.

Data di riferimento: 
11/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (33364/2021) – Compenso spettante al commissario giudiziale di un concordato preventivo non omologato e seguito dal fallimento: competenza per la liquidazione e criterio di quantificazione.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 11 novembre 2021, n. 33364 – Pres. Magda Cristiano, Rel Eduardo Campese

Concordato preventivo non omologato – Dichiarazione di fallimento – Consecuzione tra procedure – Compenso spettante al commissario giudiziale – Tribunale quale giudice del concordato – Competenza alla liquidazione – Fondamento.

Data di riferimento: 
11/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione Sez. Unite (34751/2021) – Insinuazione al passivo fallimentare di crediti tributari o previdenziali sulla base di estratti di ruolo: non necessità che l'avviso di accertamento e di addebito cui si riferiscono risultino notificati.

Corte di Cassazione, Sez. Unite, 10 novembre 2021, n. 34751 – Pres. Pietro Curzio, Rel. Angelina Maria Perrino.

Fallimento- Agente della riscossione – Crediti tributari o previdenziali - Ammissione al passivo - Avvisi  di accertamento e di addebito - Notifica - Necessità - Esclusione – Produzione  dell'estratto di ruolo - Sufficienza.

Data di riferimento: 
10/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (31531/2021) – Carattere non pienamente devolutivo del reclamo avverso la sentenza dichiarativa di fallimento. Invalidità della prova della non fallibilità laddove fondata su bilanci non approvati e non depositati.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 1, 03 novembre 2021, n. 31531 – Pres. Giacinto Bisogni, Rel. Massimo Falabella.

Dichiarazione di fallimento - Reclamo ex art. 18 L. fall. - Effetto devolutivo non pieno – Impugnazione circoscritta alle sole questioni tempestivamente dedotte - Differenza con il reclamo ex art. 22 L. fall.

Data di riferimento: 
03/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (29284/2021) – Legittimazione del curatore di una società di persone ad agire in revocatoria anche contro gli atti di disposizione del socio illimitatamente responsabile fallito in estensione.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 1, 21 ottobre 2021, n. 29284 – Pres. Giacinto Bisogni, Rel. Andrea Fidanzia.

Fallimento di società di persone e dei soci illimitatamente responsabili – Curatore del fallimento sociale - Fallimento in estensione -– Esperimento di azione revocatoria contro gli atti del socio – Legittimazione – Fondamento.

Data di riferimento: 
21/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (29289/2021) – Procedura di risoluzione del concordato (normativa previgente): decorrenza del termine per la proposizione della relativa richiesta e non necessità dell'intervento del P.M. in tale sede.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 1, 21 ottobre 2021, n. 29289 – Pres. Giacinto Bisogni, Rel. Andrea Fidanzia.

Concordato preventivo - Istanza di risoluzione – Mancata fissazione del termine per l'ultimo adempimento - Decorrenza dell'anno per la proposizione del ricorso – Normativa previgente - Esaurimento delle operazioni di liquidazione.

Concordato preventivo – Procedimento per la risoluzione – Intervento obbligatorio del PM – Esclusione – Fondamento.

Data di riferimento: 
21/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (29245/2021) – E' assoggettabile a fallimento, anche se riveste la qualifica di Onlus, la società cooperativa che svolge attività economica secondo criteri di economicità.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 20 ottobre 2021, n. 29245 – Pres. Francesco Antonio Genovese, Rel. Paola Vella.

Fallimento – Società cooperativa sociale – Svolgimento di attività commerciale – Fallibilità – Qualifica di Onlus ex art. 10 del D.Lgs. 460/1997 – Norma speciale di carattere fiscale -  Irrilevanza – Fondamento – Autorità giudiziaria – Competenza all'accertamento – Pareri del Ministero dello sviluppo economico – Natura non vincolante.

Data di riferimento: 
20/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (28423/2021) – Presupposto dell'azione revocatoria ordinaria: consapevolezza del debitore alienante e del terzo che il negozio posto in essere avrebbe inciso in modo determinante sul patrimonio del primo.

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 15 ottobre 2021, n. 28423 – Pres. Roberta Vivaldi, Rel. Antonella Di Florio. 

Revocatoria ordinaria – Collusione tra debitore alienante e terzo acquirente – Presupposto non necessario – Rilevante lesione alla garanzia patrimoniale – C.d. “scientia damni” - Consapevolezza da parte di entrambi - Requisito necessario - Credito per cui è proposta l'azione - Conoscenza da parte del terzo – Conclusione di negozio a titolo oneroso anteriore al sorgere del credito – Sola ipotesi in cui è richiesta.

Data di riferimento: 
15/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (28426/2021) – Differenza tra revocatoria penale e revocatoria civilistica in quanto strumento di tutela patrimoniale rafforzata. Presupposto della condanna in solido al pagamento delle spese di giudizio.

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 15 ottobre 2021, n. 28426 – Pres. Roberta Vivaldi, Rel. Stefano Giaime Guizzi.

Atti a titolo gratuito compiuti dal colpevole dopo il reato - Revocatoria penale – Differenza rispetto a quella civilistica – Presupposi oggettivi e soggettivi – Sussistenza – Prova non richiesta – Fondamento – Forma di tutela patrimoniale rafforzata.

Spese di giudizio – Condanna in solido di più soccombenti – Presupposti necessari.

Data di riferimento: 
15/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (26506/2021) – Laddove il curatore impugni un atto impositivo di crediti tributari sorti ante fallimento del contribuente, come notificatogli, il fallito non ha titolo a dolersi dell'omessa notifica nei suoi confronti.

Corte di Cassazione, Sez. Trib., 30 settembre 2021, n. 26506 – Pres. Angelina-Maria Perrino, Rel. Salvo Leuzzi.

Fallimento di società di capitali - Atto impositivo inerente a crediti tributari – Presupposti verificatisi ante fallimento – Avviso di accertamento  -Notifica al curatore - Impugnazione da parte dello stesso - Interesse del fallito alla contestazione – Doverosa notifica anche nei suoi confronti – Esclusione - Fondamento

Data di riferimento: 
30/09/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine