Tribunale di Venezia – Giudizio promosso nei confronti di una delle banche venete, successivamente assoggettate ex d.l. 99/2017 a l.c.a.: riassunzione nei confronti di Banca Intesa e chiamata in causa di S.G.A. spa.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
06/06/2018

Tribunale di Venezia,  Sez. Spec. per Materia d'Impresa, 06 giugno 2018 – G.I. Alessandra Ramon.

Banche venete – Liquidazione coatta amministrativa – Assoggettamento ex d.l. 99/2017 - Giudizio pendente – Riassunzione nei confronti di Banca Intesa – Questione pregiudiziale – Legittimazione passiva - S.G.A. S.p.a. - Chiamata in causa.

Nel giudizio,  promosso da un azionista di una delle banche venete successivamente assoggettate, ai sensi del decreto-legge n. 99 del 25 giugno 2017, convertito con modificazioni dalla legge 31 luglio 2017, n. 121, a liquidazione coatta amministrativa (giudizio volto al riconoscimento della nullità della concessione di un prestito finalizzato, in violazione dell'art. 2358 c.c,. all'acquisto di azioni della stessa finanziatrice), va disposta, al fine di accertare in contradditorio fra tutte le parti, in via pregiudiziale,  quale risulti essere il soggetto passivamente legittimato alla lite, la chiamata in causa, essendo la riassunzione precedentemente già avvenuta nei confronti di Banca Intesa, quale cessionaria, ai sensi dell'art. 3 di quello stesso decreto, dell'azienda, anche di S.G.A. S.p.a., quale società-veicolo cessionaria, ai sensi dell'art. 5, dei crediti deteriorati di quella banca, a maggior ragione avendo la causa verosimilmente ad oggetto crediti in sofferenza. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

[cfr. in questa rivista: Tribunale di Vicenza, Sez. I civ.,  18 luglio 2018 https://www.unijuris.it/taxonomy/term/222]

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/20143.pdf

Uffici Giudiziari: