Interruzione del processo

Corte di Cassazione – Fallimento: decorrenza del termine ex art. 305 c.p.c. entro il quale il curatore può riassumere un giudizio come automaticamente interrottosi ex art. 43 L.F. di cui il fallito sia stato parte.

Cass., Sez. 3, 5 gennaio 2024, n. 322, Pres. Rossetti, Est. Spaziani

FALLIMENTO - Fallimento di una parte processuale - Interruzione del processo - Automaticità - Riassunzione o prosecuzione del giudizio - Decorrenza del termine dalla dichiarazione giudiziale - Sussistenza - Comunicazione della dichiarazione - Applicabilità sia nei confronti delle parti processuali non colpite dall’evento interruttivo sia nei confronti della parte fallita e del curatore fallimentare. 

Data di riferimento: 
05/01/2024
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (34371/2023) – Qualora tra un giudizio tributario di primo grado e quello di secondo grado intervenga il fallimento del contribuente la notifica dell'impugnazione deve aver luogo in persona del curatore.

Corte di Cassazione, Sez. V tributaria, 07 dicembre 2023, n. 34371 - Pres. Enrico Manzon, Rel. Filippo D'Aquino.

Giudizio tributario di primo grado – Fallimento dai contribuenti intervenuto nelle more del giudizio di secondo grado – Atto di appello proposto dall'Ufficio - Avvenuta notificazione nei confronti di quei soggetti anziché del curatore - Mancata costituzione dei contribuenti -  Nullità della notifica – Necessaria rinnovazione.

Data di riferimento: 
07/12/2023
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (32634/2023) – Controversie relative a rapporti di diritto patrimoniale del fallito compresi nel fallimento e presupposti perché gli sia riconosciuta la capacità processuale in luogo del curatore, legittimato ordinario.

Cass., Sez. 3, 23 novembre 2023, n. 32634, Pres. Frasca, Est. Spaziani

FALLIMENTO - Controversie sui rapporti patrimoniali del fallito compresi nel fallimento - Legittimazione processuale del curatore - Spettanza - Legittimazione processuale del fallito – Limiti.

Data di riferimento: 
23/11/2023
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (30785/2023) - Il fallimento di una delle parti che si verifichi nel giudizio di Cassazione non determina l'interruzione del processo ex artt. 299 e ss. c.p.c..

Cass., Sez. 2 , 6 novembre 2023, n. 30785, Pres. Bertuzzi, Est. Rolfi

GIUDIZIO DI CASSAZIONE - Fallimento di una delle parti - Interruzione del processo - Esclusione - Curatore del fallimento - Intervento in giudizio - Ammissibilità - Fondamento.

Data di riferimento: 
06/11/2023
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (11287/2023) – Inadempimenti tributari ascrivibili al contribuente poi fallito e presupposti perché gli sia riconosciuta la capacità processuale a proporre impugnazione in luogo del curatore, legittimato ordinario.

Corte di Cassazione, Sez. Unite, 28 aprile 2023, n. 11287 – Primo Presidente f.f. Angelo Spirito, Rel. Giacomo Maria Stalla.

Fallimento del contribuente – Atto impositivo notificatogli antecedentemente – Impugnazione – Legittimazione ordinaria da riconoscersi al curatore – Capacità processuale straordinaria del fallito – Inerzia immotivata da parte del curatore – Presupposto necessario – Mancata ricorrenza - Rilevabilità d'ufficio dal giudice.

Data di riferimento: 
28/04/2023
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Napoli – Fallimento: decorrenza del termine ex art. 305 c.p.c. entro il quale il curatore può riassumere un giudizio come automaticamente interrottosi ex art. 43 L.F. di cui il fallito sia stato parte.

Tribunale di Napoli, Sez. Spec. In Materia d'Impresa, 22 marzo 2023 – Pres. Caterina di Martino, Rel. Adriano Del Bene, Giud. Francesca Reale.

Fallimento di soggetto già parte di un giudizio – Automatica interruzione – Riassunzione da parte del curatore – Termine entro il quale deve effettuarla – Decorrenza iniziale – Giorno  di conoscenza dell'ordinanza dichiarativa dell'interruzione  – Fondamento.

Data di riferimento: 
22/03/2023
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Roma – Opposizione allo stato passivo e riunione con procedimenti prima del fallimento. Regime della sospensione.

Trib. Roma, 6 marzo 2023, Pres. La Malfa, Est. Miccio

Opposizione allo stato passivo - Efficacia giudicato – Insussistenza e conseguente esclusione della riunione del procedimento di opposizione allo stato passivo a quello di opposizione a decreto ingiuntivo sorto prima del fallimento – Sospensione del giudizio di opposizione allo stato passivo in presenza di procedimenti sorti prima del fallimento – Casistica.

Data di riferimento: 
06/03/2023
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (6549/2023) – Fallimento di società che, allorché in bonis, aveva consegnato, per la loro custodia, ad una banca proprie azioni costituenti pegno concesso ad altra banca a titolo di garanzia: obblighi gravanti su quegli istituti.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 06 marzo 2023, n. 6549 – Pres. Antonio Valitutti, Rel. Andrea Fidanzia.

Pegno di azioni – Costituzione a titolo di garanzia da parte di una società poi fallita – Pericolo di perdita di valore di quei titoliEvento  determinante - Conoscibilità da parte della banca creditrice o di quella consegnataria – Presupposto da cui dipende la rispettiva responsabilità in caso di omissioni nella custodia.

Data di riferimento: 
06/03/2023
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

T.A.R. della Campania: Il curatore in caso di fallimento del soggetto parte di un giudizio amministrativo, come interrotto a causa del verificarsi di tale evento, ha tempo novanta giorni dalla pubblicazione della sentenza per riassumerlo.

T.A.R. Della Campania, Sez. II staccata di Salerno, 27 dicembre 2022 – Pres. Nicola Durante,  Referendario estensore Laura Zoppo, Referendario Gaetana Marena.

Soggetto ricorrente in un giudizio amministrativo – Fallimento dello stesso - Interruzione automatica del processo – Curatore – Termine di novanta giorni per la riassunzione – Dies a quo - Decorrenza dalla pubblicazione della sentenza di fallimento.

Data di riferimento: 
27/12/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine