Cerca facile per: Diritto Fallimentare

Tribunale di Rimini – Sovraindebitamento e procedura ex art. 14 ter L. 3/2012: i crediti dell'OCC e dei professionisti non possono beneficiare della prededuzione sul ricavato dalla liquidazione dei beni ipotecati nei confronti dei soggetti garantiti.

Tribunale Ordinario di Rimini, Sez. Civile, 07 maggio 2021 (data della pronuncia) – Giud. Deleg. Francesca Miconi:

Sovraindebitamento – Procedura di liquidazione del  patrimonio – Beni oggetto di pegno e ipoteca – Ricavato della liquidazione - Crediti dell’OCC e degli altri professionisti –  Prededuzione – Soddisfazione preferenziale da riconoscersi ai creditori garantiti – Fondamento.

Data di riferimento: 
07/05/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Milano – Decreto di apertura della procedura di concordato preventivo: possibilità per il tribunale di fissare, laddove necessario, l'adunanza dei creditori oltre il termine di centoventi giorni di cui all'art. 163 L.F.

Tribunale di Milano, Sez. II civ. - Fallimentare, 04 novembre 2021 (data della pronuncia) – Pres. Sergio Rossetti, Rel. Vincenza Agnese, Giud. Luca Giani.

Concordato preventivo –  Decreto di apertura della procedura – Tribunale - Fissazione dell’adunanza dei creditori – Ampliamento del termine di non oltre centoventi giorni – Ammissibilità – Motivazione della scelta adottata.

Data di riferimento: 
04/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Venezia – Concordato preventivo e accordi di ristrutturazione dei debiti: estensione e presupposti dell'omologazione forzata (Cram down).

Tribunale Ordinario di Venezia, Sez. Fallimentare, 22 settembre 2021 - Pres. Daniela Bruni, Rel. Martina Gasparini, Giud. Silvia Bianchi.

Data di riferimento: 
22/09/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Milano – Sovraindebitamento ed esdebitazione a zero per debitori incapienti: limite reddituale richiesto per l'accesso e conseguenze del sopravvenire di utilità nei quattro anni successivi all'ammissione a tale beneficio.

Tribunale Ordinario di Milano, Sez. II civ. Fallimentare, 26 ottobre 2021 (data della pronuncia) – Giudice designato. 

Esdebitazione a zero del debitore incapiente – Presupposti di ammissibilità – Legislatore – Fissazione di un limite massimo annuo di reddito – Criterio adottato – Superamento della soglia – Rigetto della domanda - Possibilità di chiedere la liquidazione dei beni.

Data di riferimento: 
26/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Udine – Esdebitazione e presupposto del pagamento parziale dei creditori.

Tribunale di Udine, 18 novembre 2021 – pres. dott. F. Venier, rel. dott. A. Zuliani

FALLIMENTO – ESDEBITAZIONE – PRESUPPOSTO OGGETTIVO.

Data di riferimento: 
18/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Lanciano – Sovraindebitamento e liquidazione dei beni: atti di disposizione posti in essere anteriormente ed atti in frode non costituenti ostacolo all'apertura di quella procedura.

Tribunale di Lanciano, 27 ottobre 2021 (data della pronuncia) – Giudice Chiara D'Alfonso.

Sovraindebitamento – Liquidazione del patrimonio – Domanda di accesso a quella procedura - Atti di disposizione di beni posti in essere anteriormente – Considerazione quali atti in frode - Esclusione – Fondamento – Possibilità per il liquidatore di esercitare azione revocatoria.

Data di riferimento: 
27/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (33594/2021) – Esenzione dell'imprenditore agricolo dal fallimento: presupposto e onere della prova. Domanda di concordato preventivo “con riserva”: considerazioni in tema di necessario deposito delle scritture contabili.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 11 novembre 2021, n. 33594 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Marco Vannucci.

Imprenditore agricolo – Esenzione da fallimento – Presupposto necessario – Onere della prova - Fondamento.

Data di riferimento: 
11/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (33364/2021) – Compenso spettante al commissario giudiziale di un concordato preventivo non omologato e seguito dal fallimento: competenza per la liquidazione e criterio di quantificazione.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 11 novembre 2021, n. 33364 – Pres. Magda Cristiano, Rel Eduardo Campese

Concordato preventivo non omologato – Dichiarazione di fallimento – Consecuzione tra procedure – Compenso spettante al commissario giudiziale – Tribunale quale giudice del concordato – Competenza alla liquidazione – Fondamento.

Data di riferimento: 
11/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine