Corte di Cassazione (10292/2018) - Concordato proposto in sede di amministrazione straordinaria : applicabilità del disposto degli artt. 124 e 135 L.F.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
27/04/2018

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 27 aprile 2018 n. 10292 – Pres. Antonio Didone, Rel. Francesco Terrusi.

Concordato proposto in sede di amministrazione straordinaria -  Art. 8, terzo comma, del D. L. 70/2011 -  Limiti ex art. 124 L.F. - Applicabilità.

Concordato proposto in sede di amministrazione straordinaria – Art. 135 L.F. - Applicabilità – Crediti prededucibili - Infalcidiabilità.

Nell'ipotesi di procedure di amministrazione straordinaria per le quali  non siano avviate le operazioni di chiusura, rileva, rispetto al dettato dell'art. 8, terzo comma, del D. L. 70/2011 (c.d. decreto Sviluppo), convertito con modificazioni nella L. 106 del 2011, l'intero testo dell'art. 214 L..F. come richiamato, comprensivo del riferimento al concordato da proporre al tribunale ai sensi dell'art. 124 L.F., onde anche al concordato proposto in sede di amministrazione straordinaria risulta applicabile il complesso dettato previsto da quell'articolo con riferimento all'ipotesi di concordato fallimentare, in particolare per quanto concerne il rispetto della graduazione di crediti, i limiti dell'eventuale falcidia dei crediti privilegiati e la necessaria miglior soddisfazione di creditori rispetto all'ipotesi fallimentare. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

Alle procedure di concordato proposte in sede di amministrazione straordinaria sia vecchie che nuove, stante per queste ultime il rinvio da parte dell'art. 78 del D. Lgs. 270/1999 all'art. 214, quinto comma, L. F., è applicabile il disposto dell'art. 135 L.F. il cui primo comma impedisce di ipotizzare alcuna falcidia per i crediti prededucibili sorti successivamente all'apertura del concordato fallimentare (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://www.fallimentiesocieta.it/sites/default/files/Cass.%20Civ.%2010292.2018_0.pdf

Uffici Giudiziari: