Corte di Cassazione (2503/2018) - Fallimento: rigetto da parte del giudice delegato della richiesta di svincolo, alla scadenza, dei titoli costituiti in pegno a garanzia di un credito già insinuato al passivo in chirografo.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
01/02/2018

Corte di Cassazione, Sez.I civ., 01 febbraio 2018 n. 2503 – Pres. Aniello Nappi, Rel. Aldo Angelo Dolmetta.

Fallimento – Creditore garantito – Insinuazione al passivo in chirografo - Titoli costituiti in pegno regolare – Scadenza - Istanza di svincolo – Giudice Delegato - Inaccoglibilità – Facoltà di disposizione – Esclusione – Art. 1851 c.c. - Previsione relativa al solo pegno irregolare.

In caso di fallimento del debitore, il creditore pignoratizio cui sia stato accordato di provvedere autonomamente alla riscossione dei titoli concessi in pegno alla scadenza e di impiegare gli importi riscossi nell'acquisto di altrettanti titoli della stessa natura, restando tuttavia gli importi riscossi e i titoli con essi acquistati soggetti all'originario vincolo di pegno regolare, non ha diritto di ottenere dal giudice delegato lo “svincolo” dei medesimi titoli, poiché la facoltà di disporre degli stessi è attribuita al creditore, ex art. 1851 c.c., soltanto nel pegno irregolare (massima ufficiale) [nello specifico la Corte ha ritenuto che la clausola contenuta nelle condizioni generali utilizzate per la costituzione del pegno, che prevedeva la possibilità per il creditore garantito di riscuotere autonomamente alla scadenza i titoli che a tale scopo , in sede di stipula di un leasing immobiliare, gli erano stati stati consegnati,con l'obbligo, però, da parte sua, di utilizzare l'importo riscosso per acquistare altrettanti titoli della stessa natura, da considerarsi assoggettati allo stesso vincolo,configurasse una mera ipotesi di surrogazione dell'oggetto del pegno che, nulla avendo a che vedere con la "facoltà di disporre" di cui all'art. 1851 c.c., doveva considerarsi inidonea, ai sensi degli artt. 52 e 53 L.F., a sorreggere un'istanza di "svincolo" dei beni, posti a garanzia del credito, già insinuato al passivo in chirografo]. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://mobile.ilcaso.it/sentenze/ultime/19527

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: