concordato preventivo, Tribunale di Bari

Tribunale di Bari – Azioni esecutive promosse per il recupero di crediti sorti dopo l’omologazione del concordato preventivo: ammissibilità.

Tribunale di Bari, Sezione feriale, 23 agosto 2017 – Pres. Saverio de Simone, Rel. Sergio Cassano, Giud. O. Putignano.

 

Concordato preventivo – Creditori - Divieto di avviare o proseguire azioni esecutive – Estensione  - Riferimento ai soli creditori anteconcordatari – Crediti sorti dopo l’omologazione – Proposizione consentita.

Data di riferimento: 
23/08/2017

Tribunale di Bari –Azione esecutiva nei confronti di impresa assoggettata a concordato preventivo e limiti temporali del divieto previsto dall’art. 168 l.f.

Tribunale di Bari, 18 Luglio 2017. Est. Mastropasqua.

Azioni esecutive sul patrimonio del debitore sottoposto a concordato preventivo – Divieto previsto dall’art. 168 l.f. – Limiti temporali.

Data di riferimento: 
18/07/2017

Tribunale di Bari – Concordato preventivo con cessione dei beni: non configurabilità di un inadempimento nel caso il ricavato della vendita risulti inferiore a quanto ipotizzato nella proposta.

Tribunale di  Bari, Sez, IV civ. e fall., 13 dicembre 2016 – Pres. Rel. Nicola Magaletti, Giudici Giuseppe Rana e Sergio Cassano.

Concordato preventivo con cessione dei beni -  Approvazione della proposta da parte dei creditori – Liquidazione dei beni – Corrispettivi ottenuti dalla vendita – Valori inferiori a quelli prospettati – Inadempimento comportante risoluzione – Esclusione.

Data di riferimento: 
13/12/2016

Tribunale di Bari – Concordato con riserva e richiesta di autorizzazione alla stipula di un preliminare di vendita di un immobile non funzionale all’esercizio dell’ impresa di cui è prevista la continuità.

Tribunale di Bari 05 maggio 2015 - Pres. Sergio Cassano, Rel. Salvatore Casciaro.

Concordato con riserva - Stipula di un preliminare di vendita di un immobile – Urgenza - Richiesta di autorizzazione – Ammissibilità – Concordato con continuità – Liquidazione tramite procedura competitiva – Procedura non richiesta -  Accoglimento - Corrispettivo da vincolarsi all’ordine del G.D.

Data di riferimento: 
05/05/2015

Tribunale di Bari – Nel concordato preventivo è ammissibile la falcidia dell' Iva in mancanza di transazione fiscale.

 

Tribunale di Bari 03 luglio 2014 – Pres. Lucafò – Est. Lenoci.

 

Concordato preventivo -  Omologazione – Opposizione ex art. 180 L.F. - Legittimazione dei soggetti diversi dai creditori. 

 

Concordato preventivo – Transazione fiscale – Non obbligatorietà.

 

Concordato preventivo – Falcidia dell'I.V.A. - Ammissibilità – Parere contrario della Corte di Cassazione – Inderogabilità dell'art.182 ter – Non sussiste.

 

Data di riferimento: 
03/07/2014

Tribunale di Bari – Sospensione dell’esecuzione a seguito di ammissione al concordato preventivo. Credito fondiario.

Tribunale di Bari, 18 novembre 2013 – Est. Magaletti.

 

 

Concordato preventivo – Improseguibilità dell’esecuzione – Sospensione del processo esecutivo pendente – Mancata omologa della domanda di concordato – Possibilità di prosecuzione dell’azione esecutiva. 

 

Sospensione del processo esecutivo – Custodia dei beni pignorati – Nomina del custode giudiziario – Richiesta di revoca del custode da parte del debitore – Ammissibilità per fondati motivi.

 

Data di riferimento: 
18/11/2013

Tribunale di Bari - Inammissibilità del concordato che preveda tempi di esecuzione irragionevolmente lunghi.

Tribunale Bari 03 giugno 2013 - Pres. Lucafò - Est. Michele Prencipe.

Concordato preventivo – Giudizio di fattibilità – Sussistenza della causa del concordato – Soddisfazione dei creditori – Misura minima – Sufficienza – Tempi ragionevolmente contenuti – Necessità.Concordato preventivo – Giudizio di fattibilità – Proposta – Soddisfazione dei creditori – Assenza di termine – Termine irragionevolmente lungo – Inammissibilità.

Data di riferimento: 
03/06/2013

Tribunale di Bari - Concordato preventivo - Eventuale formazione delle classi e poteri del creditore.

Tribunale di Bari, decreto del 26 ottobre 2009

dr Franco Lucafo' presidente dr Enrico Scoditti giudice dr Michele Monteleone giudice rel.

Non può disconoscersi in capo al debitore la facoltà di scelta di non creare alcuna classe di creditori, facoltà in linea con la possibilità di formare o meno le classi concessa dal legislatore all'imprenditore che intenda prospettare ai propri creditori una proposta concordataria. (gf)

Data di riferimento: 
26/10/2009