Corte di Cassazione (4510/2018) – Opponibilità alla massa della revoca dei finanziamenti pubblici anche se intervenuta dopo la pubblicazione della sentenza di fallimento dell’impresa beneficiata.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
26/02/2018

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 26 febbraio 2018 n. 4510 – Pres. Antonio Didone, Rel. Giuseppe Fichera.

Impresa beneficiaria di contributi pubblici – Fallimento –  Conseguente revoca dei finanziamenti – Ammissibilità – Commi quinto e sesto dell’art. 72 L.F. – Inapplicabilità – Amministrazione pubblica – Insinuazione al passivo – Diritto al risarcimento del danno – Somme spettanti -  Riconoscimento del privilegio generale mobiliare.

La revoca dei contributi pubblici in favore delle imprese, disposta dall'Amministrazione, a causa del fallimento dell'impresa beneficiata, ha natura di mero accertamento del venir meno di una delle condizioni per la permanenza del beneficio; sicchè essa resta opponibile alla massa anche se intervenuta dopo la pubblicazione della sentenza di fallimento dell'impresa (Principio di diritto) [nello specifico, la Corte ha accolto il ricorso del MIUR avverso la decisione del Tribunale che aveva respinto la domanda  di quella Amministrazione di insinuazione al passivo dell’impresa beneficiata fallita, con il rango privilegiato, delle somme dovute a seguito delle revoca del finanziamento alla stessa concesso, nonché per gli interessi di mora spettanti a titolo risarcitorio, avendo escluso che potessero trovare applicazione i commi quinto e sesto dell’art. 72 L.F., nonostante la revoca fosse stata disposta, com’era inevitabile, dopo la pubblicazione della sentenza di fallimento, e avendo stabilito, altresì. che doveva essere riconosciuto alla ricorrente il privilegio generale mobiliare, in quanto spettantele alla luce della norma (art. 4, comma 3, del D. Lgs. 297/1999) vigente al momento della concessione del mutuo]. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://www.fallimentiesocieta.it/sites/default/files/Cass.%20Civ-.%204510.2018_0.pdf

Uffici Giudiziari: