Corte di Cassazione Sez. Unite (34751/2021) – Insinuazione al passivo fallimentare di crediti tributari o previdenziali sulla base di estratti di ruolo: non necessità che l'avviso di accertamento e di addebito cui si riferiscono risultino notificati.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
10/11/2021

Corte di Cassazione, Sez. Unite, 10 novembre 2021, n. 34751 – Pres. Pietro Curzio, Rel. Angelina Maria Perrino.

Fallimento- Agente della riscossione – Crediti tributari o previdenziali - Ammissione al passivo - Avvisi  di accertamento e di addebito - Notifica - Necessità - Esclusione – Produzione  dell'estratto di ruolo - Sufficienza.

Ai fini dell’ammissibilità della domanda d’insinuazione proposta dall’agente della riscossione e della verifica in sede fallimentare del diritto al concorso del credito tributario o di quello previdenziale, non occorre che l’avviso di accertamento o quello di addebito contemplati dagli art. 29 D.L. n. 78/2010 e art. 30 D.L. n. 78/2010, convertito con L. n. 122/2010, siano notificati, ma è sufficiente la produzione dell’estratto di ruolo. (Massima ufficiale)

La prescrizione dei contributi previdenziali, nel caso di mancata o tardiva opposizione a cartella di pagamento rimane quinquennale e non si converte in decennale ai sensi dell'art. 2953 c.c. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

https://www.dirittodellacrisi.it/articolo/cass-sez-un-10-novembre-2021-n-34751-pres-curzio-est-perrino

[con riferimento alla prima massima e ad alcuni dei precedenti richiamati dalla Corte, cfr, in questa rivista: in tema di funzione sostitutiva del ruolo svolta dall'avviso di addebito nella procedura di riscossione coattiva e della funzione informativa svolta dalla notificazione, Corte di Cassazione, Sez. I civ., 02 ottobre 2019, n. 24589https://www.unijuris.it/node/5189 ; a proposito dell'insorgere dei crediti tributari in conseguenza del solo inadempimento e della non necessità del ruolo per documentarli, Corte di Cassazione, Sez. VI Tributaria, 26 marzo 2021, n. 8602 https://www.unijuris.it/node/5588 eCorte di Cassazione, Sez. V civ. - Tributaria, 11 marzo 2021, n. 6846 https://www.unijuris.it/node/5584; circa la differenza di regime probatorio per l'ammissione al passivo di crediti tributari e previdenziali, Corte di Cassazione, Sez. I civ., 12 dicembre 2017 n. 29806 https://www.unijuris.it/node/4276 e  Cassazione civile, sez. I, 13 Novembre 2018, n. 29195 https://www.unijuris.it/node/4903; a riguardo dell'incompatibilità con i principi della concorsualità dell'intimazione di pagamento contenuta nell'avviso di accertamento e in quello di addebito, Corte di Cassazione, Sez. V tributaria, 16 novembre 2020, n. 25897 https://www.unijuris.it/node/5408; a proposito della sufficienza dell'estratto di ruolo ai fini dell'insinuazione al passivo di crediti tributari, Cassazione civile, sez. I, 13 Giugno 2017, n. 14693 https://www.unijuris.it/node/3542 - con riferimento alla seconda massima: Corte di Cassazione, Sez. Unite Civili, 24 dicembre 2019, n. 34447 https://www.unijuris.it/node/5194; Corte di Cassazione, Sez. I civ., 09 novembre 2020, n. 25028 https://www.unijuris.it/node/5477 e Corte di Cassazione, Sez. VI, I civ., 20 maggio 2021, n. 13767  https://www.unijuris.it/node/5772].

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: 
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]
Articoli di riferimento nella legge fallimentare
Vedi anche nel Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza: