esdebitazione

Tribunale di Urbino – Domanda di esdebitazione proposta dopo il 15 luglio 2022 con riferimento ad una procedura fallimentare chiusa anteriormente: disciplina applicabile.

Tribunale Ordinario di Urbino, 14 marzo 2024 (data della pronuncia) – Pres. Massimo Di Patria, Rel. Francesco Paolo Grippa, Rel. Egidio De Leone.

Esdebitazione - Domanda proposta dopo il 15 luglio 2022 – Istanza collegata a fallimento chiuso antecedentemente - Disciplina in vigore al momento della pronuncia - Nuovo codice della crisi e dell'insolvenza - Applicabilità – Ragioni sottostanti.

Data di riferimento: 
14/03/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Ferrara – Concordato minore: applicabilità della relative priority rule.

Tribunale di Ferrara, 11 marzo 2024 – G.D. dott.ssa Anna Ghedini

Concordato minore – continuità aziendale – attivo eccedente il valore di liquidazione - relative priority rule.

Concordato minore – liquidazione controllata – valutazione della convenienza – durata massima apprensione beni nella liquidazione controllata – divieto acquisizione crediti futuri decorsi tre anni.

Data di riferimento: 
11/03/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Taranto – Esdebitazione del sovraindebitato incapiente e merito creditizio.

Tribunale di Taranto, 28 febbraio 2024 – Presid. Dott.ssa Annagrazia Lenti, Est. dott. Raffaele Viglione

Esdebitazione – Sovraindebitato incapiente –rilevanza condotta istituto di credito - merito creditizio.

Data di riferimento: 
28/02/2024
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Ferrara – Esdebitazione: disciplina applicabile in caso di istanza formulata dopo la entrata in vigore del C.C.I. ma in relazione a procedura fallimentare aperta e anche chiusa prima della entrata in vigore del Nuovo Codice.

Tribunale di Ferrara, 20 febbraio 2024 – Pres. Stefano Giusberti, Rel. Anna Ghedini, Giud. Costanza Perri.

Esdebitazione – Fallimento chiuso prima dell’entrata in vigore del C.C.I. – Istanza presentata nella vigenza del Nuovo Codice – Disciplina applicabile –  Necessario riferimento a quella vigente al momento della domanda - Soddisfazione seppur parziale dei creditori -  Presupposto oggettivo non più richiesto.

Data di riferimento: 
20/02/2024
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte d’Appello di Bologna - L’insolvenza prospettica quale presupposto oggettivo delle procedure di sovraindebitamento (piano del consumatore).

Appello Bologna, 09 Febbraio 2024. Pres. De Cristofaro. Est. Lama.

Procedura di sovraindebitamento - Piano del consumatore - Presupposto oggettivo - Stato di crisi - Insolvenza prospettica - Sussistenza.

Data di riferimento: 
09/02/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Bologna – Esdebitazione del sovraindebitato incapiente: ammissione in presenza dei necessari presupposti ma necessario monitoraggio della situazione patrimoniale e reddituale per i quattro anni successivi.

Tribunale di Bologna, Sez. IV civ. e Procedure Concorsuali, 28 gennaio 2024 (data della pronuncia) – Giudice Alessandra Mirabelli.

Esdebitazione del sovraindebitato incapiente – Soggetto privo di beni immateriali e materiali – Percezione di un reddito da lavoro part-time – Ammontare appena sufficiente alle necessità familiari – Ricorrenza dei requisiti necessari, in particolare della meritevolezza – Ammissione alla procedura – Situazione da controllarsi per i quattro anni successivi.

Data di riferimento: 
28/01/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Rimini – Esdebitazione dell'incapiente in possesso solo di reddito da stipendio insufficiente a soddisfare i suoi bisogni familiari e impossibilitato a riscattare i gioielli depositati presso il Monte dei Pegni.

Tribunale Ordinario di Rimini, Sez.  Civile, 23 gennaio 2024 (data della pronuncia) - Giudice delegato Francesca Miconi.

Esdebitazione dell’incapiente - Proceduranon qualificabile come procedura concorsuale – Normativa applicabile – Prevalenza di quella speciale sul pegno ex L. 745/1938 e R.D. 1279/1939 – Effetti che ne conseguono in caso di opposizione proposta dal creditore titolare di un pegno di quel tipo – Inapplicabilità dell'art. 152 C.C.I.

Data di riferimento: 
23/01/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Corte Costituzionale – Liquidazione controllata: limite quantitativo e temporale, massimo e minimo, all’acquisizione di beni sopravvenuti all’apertura della procedura concorsuale.

Corte Costituzionale, 19 gennaio 2024, n. 6 – Pres. Augusto Antonia Barbera, Redattrice Emanuela Navarretta.

Liquidazione controllata – Beni sopravvenuti nel corso della procedura – Possibile seppur limitata messa a disposizione - Limite temporale massimo di durata – Facoltà per il legislatore di non stabilire un termine “fisso” - Effetto automatico di esdebitazione con il decorso del triennio dall’apertura - Criterio cui fare ricorso per stabilire la durata possibile di tale parziale acquisizione.

Data di riferimento: 
19/01/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Nola – Liquidazione controllata: possibilità che venga aperta anche in assenza di beni presenti e futuri ma con previsione di apporto di finanza esterna.

Tribunale di Nola, Sez. II civ., 12 dicembre 2023 (data della pronuncia) – Pres. Gennaro Beatrice, Rel. Rosa Paduano, Giud. Rosa Napolitano.  

Liquidazione controllata – Debitore privo di beni mobile immobili – Previsione dell'apporto di finanza esterna – Possibile apertura di quella procedura anche in tal caso – Fondamento.

Data di riferimento: 
12/12/2023
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Pagine