bancarotta

Corte di Cassazione (40323/2022) – Costituisce un ipotesi di bancarotta fraudolenta patrimoniale l'avere il soggetto poi fallito posto in essere atti o contratti simulati al fine di sottrarre dei beni all'azione esecutiva concorsuale.

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 25 ottobre 2022, n. 40323 – Pres. Gerardo Sabeone, Rel. Alfredo Guardiano.

Soggetto poi fallito -  Distrazione di beni – Vendita simulata degli stessi – Finalità di sottrarli all'azione esecutiva concorsuale – Reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale – Consumazione.

Data di riferimento: 
25/10/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (40023/2022) – Concorso in bancarotta fraudolenta patrimoniale da parte di un terzo estraneo: differenza rispetto al delitto di ricettazione prefallimentare.

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 21 ottobre 2022, n. 40023 – Pres. Gerardo Sabeone, Rel.  Angelo Caputo.

Bancarotta fraudolenta patrimoniale - Distrazione di beni sociali  operata dal terzo--  Illecito commesso in accordo con l'imprenditore poi fallito – Reato di ricettazione prefallimentare – Configurazione - Esclusione - Concorso in bancarotta fraudolenta – Sussistenza - Fondamento.

Data di riferimento: 
21/10/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (39808/2022) – Considerazioni in tema di elementi oggettivi e soggettivi dei reati di bancarotta fraudolenta, per omessa tenuta della contabilità interna e per occultamento di disponibilità di cassa.

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 20 ottobre 2022, n. 39808 – Pres. Stefano Palla, Rel. Alessandrina Tudino.

Amministratore di società fallita – Fase finale dell'impresa – Ultimi quattro mesi di vita della società - Irregolare tenuta della contabilità interna - Bancarotta fraudolenta documentale – Imputazione – Tardiva consegna di documentazione al curatore - Esclusione del reato – Inidoneità.

Data di riferimento: 
20/10/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (27670/2022) – La notizia dell'insolvenza di un soggetto appresa dal P.M. nell'esercizio delle sue funzioni istituzionali lo legittima a proporre istanza volta alla dichiarazione di fallimento.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 21 settembre 2022, n. 27670 – Pres. Massimo Ferro, Rel. Loredana Nazzicone.

Dichiarazione di fallimento – Pubblico Ministero – Insolvenza di un soggetto - Informazione appresa dalla relazione ex art. 33 L. fall. – Notizia ricavata dagli atti relativi a procedimento penale per bancarotta depositati in sede di reclamo – Legittimazione a proporre istanza di fallimento - Sussistenza.

Data di riferimento: 
21/09/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (31921/2022) – Reato di bancarotta fraudolenta commesso dal fallito, coadiutore del curatore, nel corso dell'esercizio provvisorio: ammissibilità del sequestro preventivo di somme finalizzato alla confisca.

Corte di Cassazione, Sez. III pen., 30 agosto 2022, n. 31921 – Pres. Vito Di Nicola, Rel. Angelo Matteo Socci.

Fallimento – Esercizio provvisorio – Soggetto fallito coadiutore del curatore – Sottrazione di somme dall'attivo realizzato - Reato di bancarotta fraudolenta - Sequestro preventivo finalizzato alla confisca per reati tributari – Ammissibilità.

Data di riferimento: 
30/08/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (26435/2022 – Perché risultino punibili ex art. 236, comma 2, n.1) L.F. le condotte di bancarotta poste in essere prima dell'ammissione di una società al concordato preventivo non è necessario che sia poi fallita.

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 08 luglio 2022, n. 26435 – Pres. Carlo Zaza, Rel. Elisabetta Maria Morosini.

Concordato preventivo – Ammissione di una società a quella procedura - Amministratori, direttori generali, sindaci e liquidatori della stessa - Condotte di bancarotta poste in essere prima dell'ammissione – Punibilità ex art. 236, comma 2, n. 1), L. fall. - Successiva dichiarazione di fallimento – Presupposto necessario – Esclusione.

Data di riferimento: 
08/07/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (37109/2022) – Bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione: considerazioni in tema di esercizio fraudolento di facoltà legittime, pluralità di condotte tipiche e motivazione della sanzione applicata.

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 26 giugno 2022, n. 37109 – Pres. Carlo Zaza – Rel. Maria Teresa Belmonte.

Bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione – Concessione di un bene sociale in comodato gratuito – Caratteri ed effetti specifici di quel negozio - Presenza di indici di fraudolenza – Impedimento all'apprensione da parte degli organi fallimentari – Punibilità – Ipotesi non costituente esercizio di facoltà legittime.

Data di riferimento: 
26/06/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (22143/2022) – Reato di autoriciclaggio commesso in ragione dell'utilizzo dei proventi derivanti dalla consumazione di una bancarotta fraudolenta.

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 07 giugno 2022, n. 22143 – Pres. Enrico Vittorio Stanislao, Rel. Renata Sessa.

Reato di autoriciclaggio - Utilizzo dei proventi di una bancarotta fraudolenta – Consumazione – Dichiarazione di fallimento – Assenza di quel presupposto - Irrilevanza.

Data di riferimento: 
07/06/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (21475/2022) – Fallimento: considerazioni in tema di bancarotta fraudolenta documentale ed, in particolare, di concorso nel reato da parte di soggetto extraneus (tecnico informatico).

Corte di Cassazione, Sez. V pen., 01 giugno 2022, n. 21475 – Pres. Gerardo Sabeone, Rel. Matilde Brancaccio.

Fallimento – Avvenuta soppressione o distruzione della documentazione contabile – Ipotesi di bancarotta fraudolenta documentale - Reato di pericolo – Presupposti – Messa a repentaglio delleragioni dei creditori – Intervenuto fallimento.

Data di riferimento: 
01/06/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (19887/2022) – Presupposti richiesti per la configurazione nei confronti dell'amministratore della società poi fallita di ipotesi di bancarotta fraudolenta patrimoniale e di bancarotta, viceversa, “riparata”.

Corte di Cassazione, Sez. I penale, 20 maggio 2022, n. 19887 – Pres. Renato Giuseppe Bricchetti. Rel. Giorgio Poscia.

Beni di appartenenza della società poi fallita - Distrazione da parte dell'amministratore – Ipotesi di consumazione del reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale – Presupposti perché possa considerarsi “riparata” - Conseguente non configurazione di quell'ipotesi delittuosa.

Data di riferimento: 
20/05/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine