istruttoria prefallimentare

Corte di Cassazione (8919/2021) – Possibilità o meno che venga dichiarato il fallimento di un'impresa ammessa al concordato preventivo omologato a prescindere dall'intervenuta risoluzione del concordato: questione rimessa alle Sezioni Unite.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 31 marzo 2021, n. 8919 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Roberto Amatore.

Impresa ammessa al concordato preventivo omologato – Istanza di fallimento ex artt. 6 e 7 L.F. - Proposizione – Concordato non ancora risolto – Ammissibilità o meno della pronuncia di fallimento – Questione della massima importanza - Rimessione alla decisione delle Sezioni Unite.

Data di riferimento: 
31/03/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte d'Appello di Napoli – Istanza di fallimento di società cancellata dal registro delle imprese: legittimazione al contraddittorio e sospensione straordinaria, per fronteggiare l'emergenza da Covid 19, dei termini per la presentazione dei ricorsi.

Corte d'Appello di Napoli, V Sez. civ. (già I civ. bis), 09 marzo 2021 (data della pronuncia) - Pres. Paolo Celentano, Cons. Rel. Ugo Candia, Cons. Fulvio Dacomo.

Istanza per la dichiarazione di fallimento – Società cancellata dal registro delle imprese –  Legittimazione al contraddittorio del legale rappresentante – Notifica della domanda nei suoi confronti – Necessità – Esclusione – Fondamento.

Data di riferimento: 
09/03/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (6030/2021) – Al fine della dichiarazione di fallimento di una “supersocietà di fatto” di cui faccia parte una società fallita è necessario che la stessa risulti a sua volta insolvente a prescindere dall'esserlo i suoi stessi soci.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ.- 1, 04 marzo 2021, n. 6030 – Pres. Massimo Ferro, Rel. Aldo Angelo Dolmetta.

Fallimento di società – Riscontrata sua appartenenza ad una “Supersocietà di fatto” -   Dichiarazione di fallimento anche di quella - Insolvenza distinta da quella dei soci – Necessario riscontro.

Data di riferimento: 
04/03/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (6092/2021) – Nel fallimento in estensione ex art. 147, quarto comma, L.F. non trova applicazione nei confronti del socio occulto il termine annuale di cui all'art. 10 L.F.

Corte di Cassazione, Sez. VI, 04 marzo 2021, n. 6092 – Presidente Massimo Ferro, Rel. Aldo Angelo Dolmetta.

Fallimento per estensione - Socio occulto - Termine annuale di cui all'art. 10 L.F. - Inapplicabilità -  Fondamento.

Data di riferimento: 
04/03/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (5985/2021) – Nullità della sentenza di fallimento pronunciata a seguito di istanza ex art. 147, quinto comma, L.F. come proposta personalmente dal curatore della società già precedentemente dichiarata fallita.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 04 marzo 2021, n. 5985 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Paola Vella.

Fallimento in estensione  – Sentenza pronunciata su istanza personale del curatore – Mancato ricorso al patrocinio di un legale - Nullità – Sanatoria ex art. 182, secondo comma, c.p.c. - Inammissibilità – Ragione sottostante.

Data di riferimento: 
04/03/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (4712/2021) – Fallimento di società partecipe con altre società o con persone fisiche ad una supersocietà di fatto: competenza del tribunale originariamente adito a pronunciare il fallimento in estensione.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 22 febbraio 2021, n. 4712 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Francesco Terrusi.

Dichiarazione di fallimento di una società - Supersocietà di fatto di cui  fa parte   - Riscontro successivo dell'esistenza – Pronuncia del fallimento in estensione -  Competenza per territorio - Tribunale che ha dichiarato il primo  fallimento – Fondamento.

Data di riferimento: 
22/02/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Bari – Effetti della successiva desistenza del P. M. dall'istanza di fallimento da lui proposta e conseguenze della sua mancata partecipazione all'udienza prefallimentare.

Tribunale Ordinario di Bari, Sez. IV civ. Ufficio Fallimenti, 15 febbraio 2021 (data della pronuncia) – Pres. Raffaella Simone, Rel. Michele De Palma, Giud. Nicola Magaletti.

Istanza di fallimento – Iniziativa del pubblico ministero ex art. 7 L.F. – Successiva rinuncia alla domanda proposta – Giudice – Decisione nel merito – Esclusione – Dichiarazione di non luogo a procedere – Pronuncia conseguente – Fondamento.

Data di riferimento: 
15/02/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (1519/2021) – Trasformazione regressiva di una società a responsabilità limitata in associazione sportiva dilettantistica: termine annuale per la dichiarazione di fallimento della società originaria.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 25 gennaio 2021, n. 1519 – Pres. Francesco Antonio Genovese, Rel. Aldo Angelo  Dolmetta.

Società a responsabilità limitata - Trasformazione regressiva in associazione sportiva – Dichiarazione di fallimento della società originaria - Termine annuale ex art. 10 L.F. - Applicabilità – Fondamento – Nuova struttura - Svolgimento o meno di attività d'impresa - Irrilevanza.

Data di riferimento: 
25/01/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (1049/2021) – Esenzione dal fallimento dell'imprenditore agricolo che svolga un'attività di commercializzazione di prodotti: onere dalla prova che i prodotti sono ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 1, 21 gennaio 2021, n. 1049 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Alberto Pazzi.

Imprenditore agricolo -  Attività di commercializzazione di prodotti agricoli – Esenzione da fallimento – Prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo  - Condizione necessaria - Onere della prova.

Data di riferimento: 
21/01/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (976/2021) – Concordato preventivo: facoltà per giudice di avvalersi di un ausiliario e legittimazione del P.M., in caso di domanda inammissibile, a richiedere il fallimento sia ai sensi dell'art. 162, che, successivamente, ex art. 7 L

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 20 gennaio 2021, n. 976 – Pres. Carlo De Chiara, Rel. Alberto Pazzi.

Domanda di concordato preventivo - Giudizio di inammissibilità ex art. 162, secondo comma, L.F. - Tribunale - Segnalazione dell’insolvenza al pubblico ministero -– Istanza di fallimento proposta da questi ai sensi dell'art 7, n. 2) L.F. - Ammissibilità – Fondamento – Legittimazione concorrente.

Data di riferimento: 
20/01/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine